Jump to content


Perché solo i Mercenari?


  • This topic is locked This topic is locked
226 replies to this topic

Mercyful_Fate #21 Posted 12 January 2015 - 07:16 PM

    Lieutenant General

  • Player
  • 30092 battles
  • 6,874
  • [LROLL] LROLL
  • Member since:
    03-10-2013
bona rega vi prego altra discussione mandata in cacca. Plss tanto sarete sempre discordi,non rispondetevi neanche 

Etjew #22 Posted 12 January 2015 - 07:40 PM

    Major

  • Player
  • 14586 battles
  • 2,706
  • [MERK] MERK
  • Member since:
    07-20-2014
Volete sapere perché non si riescono ad unire più Clan per crearne uno più competitivo? Ecco perché! Già non si va d'accordo in tre, figuriamoci in un Clan di 100 giocatori...

Paleimmitano8 #23 Posted 12 January 2015 - 08:01 PM

    Staff Sergeant

  • Player
  • 17336 battles
  • 389
  • Member since:
    02-07-2012

Dato che mi sento un po' chiamato in causa da Skillo e da quella "i", rispondo cercando e sperando di far tornare tutti OT, ed evitare la mazzata rossa degli admin anche in questo topic.

 

Premetto che il gioco continua ad appassionarmi, cosa non poco importante, al netto di tutti i WN 6-7-8... (che non posso vantare anche dopo 10k partite xD )

 

Diciamo che comprendo l'intenzione di tutti, non credo solo di Skillo, di avere il 'sogno', mettiamola così, di un clan italiano più stabile, diciamo, fisso, magari anche ufficiale. Beh io credo che lo scopo di un clan che riunisca cito:

Block Quote

giocatori che regolarmente lasciano i loro clan di nascita, o intermedi, per cercare un clan più forte, ben strutturato e con giocatori di livello consono.

 sia bene o male quello delle CW, altrimenti perchè dei giocatori di buon livello dovrebbero riunirsi? Per divertirsi non è necessario essere tutti dei 1600 di wn8 e non è nemmeno detto che tutti quelli dal 2000 in su siano i più simpatici xD. Inoltre penso che lo schema di creazione di questo ipotetico clan sia sempre stato fattibile e sia stato altalenamente realizzato. 

Non penso in primis, sia una tragedia che una comunità non enorme come quella italiana non possa vantare necessariamente decine di clan vincenti in mappa globale, certo sarebbe bello ma se non c'è la volontà non c'è, altrimenti qualcosa si combina, è matematico, è l'inerzia che spinge chi è volenteroso a riunirsi con altri volenterosi, è sempre così. Poi ci potremmo concentrare sull'ipotetico e reietto comportamento italiano sbandierato come predicare bene per razzolare male un po' da tutti, ma secondo me è un minimo riduttivo rispetto a qualcosa che non c'è, cioè tanti giocatori con vera volontà di giocare per andare in mappa ecc. Perchè se dopo 15k partite, 5 tizi sono in un clan che non sa giocare mentre loro sono pronti per fare cw, allora un clan lo troveranno, e mi pare che di sti tempi i player che hanno cambiato clan sono stati parecchi, quindi la ricerca c'è, bisogna solo trovare l'ambiente giusto al momento giusto.

I comandanti contano molto, devono essere un minimo pacati ed intelligenti, a tal punto da capire come gestire 60+ persone e senza mai farsi il sangue marcio, non sono tanti sulla piazza.

Ultima cosa, riassumendo queste condizioni fondamentali, comandanti, ambiente giusto, e giocatori bravi e volenterosi (tutte necessarie e non in ordine d'importanza), serve anche definire ciò che del gioco deve rimanere, ovvero il divertimento, cosa che si sottovaluta un po' troppo secondo me, perchè per prima cosa un gioco è divertimento, possiamo parlare ore ma se un giocatore si scoccia di fare bile prima non viene in TS, poi non sopporta l'una o l'altra persona, poi si scoccia di wot. Quindi prima della competitività, deve esserci un ambiente sereno e divertente.

 

Chiudo il mio discorso arrivando al punto che interessa Skillo, 

Io sinceramente non so che abbiano fatto 9°Col, EAD e QBR, ma ho inteso la proposta e credo che la mia risposta debba orientarsi sull'affermazione precedente. Serve un ambiente sereno e divertente anche per essere competitivi. I tentativi di quel che si propone sono stati fatti, perchè anche se tu Skillo pensi che l'idea di questo team non sia il clan che riunisce i player più forti per spaccare il sedere il global map, evidentemente nessun player avrebbe in effetti il desiderio di creare una cosa del genere se non per fare esattamente questo, cioè un clan competitivo. Cioè, quel che proponi tu, è un superclan italiano che non necessariamente fa CW, che per molti nuovi eventuali appartenenti a questo clan, sarebbe un controsenso. Beninteso questo, si capisce perchè dico che è già stato tentato più volte, con le varie fusioni (seppur particolari) di clan come gli ICON, o i RED_RUM (su cui so poco e per sentito dire essendo tornato da pochino in game quindi non mi esprimo), ecc. Poche sono le realtà che vanno avanti, ed io, resto nel mio clan semplicemente per il fatto che l'esperienza mi dice che creare nuove realtà dal nulla, o da preesistenti basi in ambito competitivo, è difficile, perchè tutti si aspettano troppo, e nessuno è capace di tenere testa a queste pressioni. Quindi vedo alternarsi dal 2012 clan che si creano per essere competitivi e in meno di 4-5 mesi scompaiono, eppure fanno un gran rumore quando si riuniscono, sono forti, ma non hanno le basi per restare in piedi. Ecco che così clan (non interessa il nome, interessa la solidità del blasone, o del comando, o di una base di persone all'interno sempre presente in game insomma) con più anni alle spalle, resistono e ci sono sempre, possono avere momenti di maggiore o minore vitalità, credo sia normale, noi stessi siamo arrivati ad avere 3 clan e più di 200 membri tempo fa, adesso siamo una quarantina; l'importante penso sia l'esperienza.

I tentativi di riunire players di buon livello si fa per scopi competitivi, e se si fa rapidamente dura poco, per problemi di gestione. I clan che vanno avanti sono quelli che hanno messo radici profonde e crescono pian piano. Io sono del parere che senza queste condizioni non si possa ipotizzare nulla di ciò che molti anelano.

 

Questo è il mio modestissimo parere, da persona maggiorenne e da player sufficiente. 

 

Baci, Pale.

 

 

PS: scusate per la lunghezza ho scritto troppo.


Edited by Paleimmitano8, 12 January 2015 - 08:06 PM.


Skillo #24 Posted 13 January 2015 - 12:02 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 68668 battles
  • 556
  • [ORKI2] ORKI2
  • Member since:
    03-18-2012

Seguo una scuola di pensiero che insegna come quando non si viene capiti si debba per prima cosa prendere in esame ciò che eventualmente non si è fatto per farsi capire, ossia, dove non si è stati chiari .... ma oggi, sinceramente, non me ne rendo conto.

Ho spiegato due volte che parlo di un clan nato per prima cosa dal piacere di poter giocare insieme ad altri giocatori di livello simile e di poter giocare in partite alle quali nei propri clan di appartenenza non sempre è possibile partecipare.

Non parlo di clan competitivi né di "sogno italiano", non parlo di clan con wn8 media da 3000: non parlo di nulla del genere.

Solo, esclusivamente la possibilità di far giocare PIA-CE-VOL-MEN-TE chi è ormai stufo di plotoncini e/o di squadre minate da giocatori e circostanze endemiche dei clan con pochi giocatori attivi. 

SE E QUANDO un eventuale soggetto nato da queste linee guida evolverà a livelli tali da fargli prendere in considerazione l'idea di partecipare alle cw in modo occasionale o continuativo, spero che abbia le basi e la struttura capaci di fargli superare ogni ostacolo derivante da quest'esperienza.

Quindi fatevene una ragione: questo NON è un topic dedicato ai giocatori forti che gravitano in cw e in clan di alto livello, questo è un topic per i giocatori "tranquilli" ma non abbastanza da continuare a gradire la solita solfa di un gioco che li vede giorno dopo giorno costretti tra plotoncini e random in solitaria. Giocatori che trarrebbero nuovi stimoli e gioia di giocare a wot da un rinnovamento del loro clan o da un qualcosa di simile, magari un clan "in comune" con altri clan, con altri giocatori come loro.

"Come loro" non fa riferimento al wn8 ma fa riferimento al modo di interpretare il gioco, giocatori che giocano in modo simile si trovano meglio a giocare tra loro piuttosto che con giocatori magari meglio messi a statistiche ma con una visione del gioco troppo diversa.

 

Poi ... una cosa per i giocatori "forti", di quelli che: "A nabbo! Disinstalla che per te non c'è speranza!", messaggio per loro:

ma voi dovete pregare che noi nabbi non vi si dia mai ascolto, perché se noi tutta stragrandemaggioranza scomparissimo domani da wot, il vostro cazzo di giochino così come lo conoscete oggi, farebbe PUFF in un attimo. 

Senza gli ultimi non esistono i primi ;)

 


Edited by Skillo, 13 January 2015 - 12:04 AM.


Paleimmitano8 #25 Posted 13 January 2015 - 12:46 AM

    Staff Sergeant

  • Player
  • 17336 battles
  • 389
  • Member since:
    02-07-2012

View PostBFC_leojr, on 12 January 2015 - 10:55 PM, said:

Ma non potete insultarvi in privato invece di rovinare ogni fottuto topic? 

 

View PostSkillo, on 12 January 2015 - 11:02 PM, said:

Seguo una scuola di pensiero che insegna come quando non si viene capiti si debba per prima cosa prendere in esame ciò che eventualmente non si è fatto per farsi capire, ossia, dove non si è stati chiari .... ma oggi, sinceramente, non me ne rendo conto.

Ho spiegato due volte che parlo di un clan nato per prima cosa dal piacere di poter giocare insieme ad altri giocatori di livello simile e di poter giocare in partite alle quali nei propri clan di appartenenza non sempre è possibile partecipare.

Non parlo di clan competitivi né di "sogno italiano", non parlo di clan con wn8 media da 3000: non parlo di nulla del genere.

Solo, esclusivamente la possibilità di far giocare PIA-CE-VOL-MEN-TE chi è ormai stufo di plotoncini e/o di squadre minate da giocatori e circostanze endemiche dei clan con pochi giocatori attivi. 

SE E QUANDO un eventuale soggetto nato da queste linee guida evolverà a livelli tali da fargli prendere in considerazione l'idea di partecipare alle cw in modo occasionale o continuativo, spero che abbia le basi e la struttura capaci di fargli superare ogni ostacolo derivante da quest'esperienza.

Quindi fatevene una ragione: questo NON è un topic dedicato ai giocatori forti che gravitano in cw e in clan di alto livello, questo è un topic per i giocatori "tranquilli" ma non abbastanza da continuare a gradire la solita solfa di un gioco che li vede giorno dopo giorno costretti tra plotoncini e random in solitaria. Giocatori che trarrebbero nuovi stimoli e gioia di giocare a wot da un rinnovamento del loro clan o da un qualcosa di simile, magari un clan "in comune" con altri clan, con altri giocatori come loro.

"Come loro" non fa riferimento al wn8 ma fa riferimento al modo di interpretare il gioco, giocatori che giocano in modo simile si trovano meglio a giocare tra loro piuttosto che con giocatori magari meglio messi a statistiche ma con una visione del gioco troppo diversa.

 

Poi ... una cosa per i giocatori "forti", di quelli che: "A nabbo! Disinstalla che per te non c'è speranza!", messaggio per loro:

ma voi dovete pregare che noi nabbi non vi si dia mai ascolto, perché se noi tutta stragrandemaggioranza scomparissimo domani da wot, il vostro cazzo di giochino così come lo conoscete oggi, farebbe PUFF in un attimo. 

Senza gli ultimi non esistono i primi ;)

 

 

No io ho capito che dici, ma devi fare esempi precisi, perchè ad esempio SGI non è solo un team su wot, è una piattaforma che apre più giochi a molti giocatori, a volte anche di altri clan di wot stesso, per dire; sul secondo punto, dei giocatori "tranquilli" che eventualmente possono accingersi a giocare le CW, questo diciamo che è facile dirlo ma non farlo, perchè i giocatori tranquilli non vanno avanti in CW, bisogna avere un buon tattico ed essere tutti sopra la media di un giocatore tranquillo. Quindi anche qui la cosa si riduce a creare solamente un clan più ampio, gestire 30 persone e gestirne 90 non è la stessa cosa, se poi non hai uno scopo competitivo diventa poco utile oltre che poco pratico, questo intendevo.



BlackStormChR #26 Posted 13 January 2015 - 04:31 AM

    Staff Sergeant

  • Player
  • 12612 battles
  • 455
  • Member since:
    08-17-2012

Il problema purtroppo è uno solo forse.

L'essere italiani.

Noi purtroppo, storicamente, dalla caduta dell'Impero Romano ad oggi non abbiamo più avuto,

ne aspirato ad un unità alcuna... che sia nella vita di tutti i giorni che sia in un qualsiasi giochino online.

Chi ha avuto "altre" esperienze di altri giochi potrà benissimo confermarlo.

Tutti i giochi suddivisi per "nazionalità" che siano grandi o piccoli vedono sempre

la comunità italiana frammentata in millemila entità più o meno piccole, più o meno insignificanti.

Questo non perché manchino i mezzi, non perché manchino i giocatori, non perché manchino i potenziali iscritti giornalieri.

Solo ed esclusivamente perché manca nei più la volontà di creare qualcosa che duri nel tempo,

perché noi culturalmente non siamo capaci di convivere e condividere un percorso od un idea comune.

 

In Italia quando si forma un Clan la prima cosa che ci si domanda è: Chi sarà il Comandante?

Molti quindi si fanno un clan solo per tenersi il "culo al caldo" ed avere il posto prenotato ad ogni partita.

Non c'è in noi lo spirito di sacrificio per il gruppo e l'idea che quello che si fa si deve fare non per se stessi ma per gli altri.

 

Partendo da questo presupposto si capisce benissimo che è matematicamente impossibile, senza cambiare mentalità,

cercare di creare un qualsiasi Clan che vada più lontano di un misero obiettivo (es. prendere il carro premium e poi tutti a casa).

 

Inoltre a questo aggiungiamoci pure che noi italiani vediamo le statistiche solo come strumento di misurazione del pene.

Chi ha il WN8 più alto ha quindi il pene più lungo e ci prova gusto a sbatterlo in faccia

ogni santo giorno a quei poveri disgraziati che hanno la sfortuna di avere un WN8 inferiore e pertanto essere privi del membro virile.

 

Aggiungiamoci pure che ogni tanto anche le differenze di età giocano a sfavore

della comprensione tra giocatori e che a volte l'immaturità è trasversale; e con questo abbiamo capito quanto sia vana la speranza di creare qualcosa di veramente utile e duraturo, che vada oltre al vincere il singolo carretto o lo sbarcare una manciata di volte.

 

Purtroppo noi siamo fatti così... siamo tanto bravi a saltare sul carro di chi vince tutte le sere come siamo tanto rapidi nel gettare le scialuppe a mare quando per due o tre sere non si vince. Oppure siamo tanto bravi a comparire magicamente quando c'è un carro da prendere e siamo tanto bravi a sparire quando c'è da farsi il mazzo durante tutto l'anno per il Clan.

 

Quanti di voi hanno mai aperto una stanza d'addestramento per imparare?

Quanti di voi hanno mai aperto una stanza d'addestramento per insegnare (realmente, non cazzeggiare)?

Quanti si sono presentati tutte le sere su TS pur consapevoli di stare in panchina?

Quanti si sono fatti i carri chiesti dal Clan e non solo per le proprie necessità?

Quanti ci tengono realmente al Clan dove stanno e non lo sfruttano solo per un fine personale?

Quanti si sacrificherebbero per il loro Clan o vorrebbero dare il loro contributo per esso?

Quanti sarebbero disposti a mettere soldi per il bene del proprio Clan?

 

Sarò pessimista, ma secondo me, pochi.

Anzi pochissimi.

Magari possiamo dire per essere politicamente corretti "esclusi i presenti".

Ma in generale questo discorso non fa una piega.

 

E poi dai... è sotto gli occhi di tutti... in Italia le "Accademie" sono buttate li spesso solo come scatole cinesi e cimiteri degli elefanti.

A chi realmente frega qualcosa del pincopallo rosso pomodoro che ha 500 partite e vorrebbe imparare?

A noi italiani non frega un tubo già se siamo gialli, figuriamoci se frega qualcosa ai viola italiani.

 

Per questo riassumendo in Italia:

I rossi continueranno sempre a fare plotoni con altri rossi.

I viola continueranno sempre a fare plotoni con altri viola.

I Clan continueranno sempre ad essere spopolati.

Le Accademie saranno sempre cimiteri per elefanti istituzionalizzati.

Ed i Clan "che spaccano" continueranno sempre a spaccarsi (es. ICON & REDRUM) ad ogni fine Campagna CW.

Ed inoltre su questo forum ci sarà sempre e solo gente che vuole litigare e nulla più.

 

Noi italiani ci salviamo solo espatriando per il semplice motivo che siamo bravi esclusivamente quando viene meno la nostra italianità e sono altri non italiani a fornirci la pappa pronta. Quindi con il minimo sforzo chi più e chi meno riesce a raggiungere anche le vette più elevate.

Quando siamo in un gruppo di altri 100 sconosciuti con cui non possiamo litigare, perché non ci capiscono o non ci possiamo esprimere,

diamo il meglio di noi, liberi dal peso del nostro essere italiani piccoli e limitati.

 

Questo risponde anche a chi chiedeva: "Perché non vengono gli esperti ora all'estero a fare un Clan decente?".

Semplicemente perché tornando in Italia tornerebbero ad essere italiani e pertanto incapaci di rapportarsi tra loro.

 

Concludo il "pistolotto" dicendo che la comunità italiana (di gaming online) 

a differenza di quella mondiale è morta con l'introduzione del Free-to-play.

Prima se volevi giocare dovevi pagarti una connessione ed un gioco e quindi giocava solo chi realmente interessato

pertanto si era in pochi ma buoni (nel senso più motivati a sbattersi)

ora possono giocare cani e porci e quindi anche quelli a cui non frega nulla (WN8 alto o basso che sia)

che entrano in un Clan e si piazzano a succhiare sangue e si presentano solo quando fa loro comodo

e non vivono il Clan come comunità (già... una volta il Clan prima di essere Clan era comunità, ora è solo tag.).

 

Quindi... di cosa parliamo?

UTOPIA.

 



Garodur #27 Posted 13 January 2015 - 08:02 AM

    Captain

  • Player
  • 23756 battles
  • 2,195
  • [TKBS] TKBS
  • Member since:
    05-25-2013
Spoiler

 

quanti luoghi comuni messi assieme...... ma pensi che quando vai in un clan internazionale ti arrivi il commander e ti prende per mano e ti insegna? se vuoi imparare ti rimbocchi le maniche e lavori, ti prendi gli insulti in cw e fai panchina, senò continui a fare il casual e per inciso non c'è nessun male in questo. 

 

veramente sono stufo di questi luoghi comuni che recintano "noi italiano siamo merda e merda rimarremo" sparatevi se vi odiate cosi tanto.

 

sono tanti i motivi per i quali ci sono pochi clan competitivi in italia, e dico pochi perché qualche clan c'è stato....  ma penso che fondamentalmente sia perché siamo una comunità piccola.



salvoe444 #28 Posted 13 January 2015 - 08:04 AM

    Captain

  • Player
  • 33093 battles
  • 2,205
  • [SKPP] SKPP
  • Member since:
    02-15-2011

Ho dato +1 a skillo e +1 a Blackstorm  per la pacatezza nell'esprimere concetti chiari, semplici  e veritieri su come tanti interpretano ( presumo anche loro )  la vita vera e quindi il gioco qui presente. Le 2 cose non possono essere scisse, mi piace ribadirlo con fermezza. La pacatezza e' dote di pochi. La chiarezza di altrettanto pochi. Per non parlare della comprensione di semplici frasi in italiano..... alcuni parlano per acronimi stranieri ,LOL docet, e non sanno la differenza tra il far avvicinare le persone ad un gruppo o allontanarlo in malomodo ,forse per sempre.  

 

 Niente da fare...... qui si viaggia su 2 binari diversi ...uno e' un binario giocoso e di divertimento e che sicuramente porta da qualche parte cercando di coinvolgere le persone  L'altro...beh e' un binario morto , di chiusura mentale , di offese, di pippe astrofisiche, di opportunismo, di egocentrismo, di egoismo e non collaborativo. La cosa drammatica secondo me e' vedere che molti adulti, o presunti tali, sono sul secondo binario. 

 

OT Non proseguo la polemica con Stan, il divino Stan ,in quanto egli ritiene me ( in modo offensivo tra l'altro, mi pare ) nabbo che non capisce un cazzo su niente  per le mie stats da mesi , non avendo mai fatto una partita col sottoscritto, ne randomica ne di squadra ..... E poi tenta di far passare me come fissato con le stats......davvero singolare la contorsione mentale . 

Non approfondiro' nemmeno il discorso sulle partite importanti in CW..... dove mi pare, ma potrei sbagliare non avendone mai fatto una , se perdi anche nei 16esimi sei fuori dal gioco uguale.....ergo sono tutte "importanti ai fini del gioco" ...ah no , che stolto sono,ci sono mediocri e MEDIOCRI cosi' come importante ed IMPORTANTE. 

 

 



Skillo #29 Posted 13 January 2015 - 08:32 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 68668 battles
  • 556
  • [ORKI2] ORKI2
  • Member since:
    03-18-2012

Veramente dopo la caduta dell'Impero Romano ci furono almeno altri due periodi caratterizzati da un fervente italico patriottismo: uno è quello legato all'unità d'Italia e l'altro, ahimè, fu il periodo fascista. 

Comunque, lasciamo la storia agli storici e parliamo di cose di cui siamo direttamente interessati.

Nel panorama italiano di WoT ci sono sicuramente almeno due clan, votati alle cw, che stanno in piedi da un pezzo e che hanno dimostrato (nel bene e nel male) di resistere alle intemperie dell'indole italica giocando a quelli che per la media italiana sono da considerarsi buoni livelli e che non disdegnano di allevarsi giocatori a mezzo di accademie o direttamente all'interno del clan.

PRED e -ITA stanno lì da anni e, seppur con significative differenze di gestione, continuano a giocare nelle prime posizioni del ranking italiano, quindi non è vero che non si possano costruire compagini tricolori durature e non è vero che all'interno di questi due clan non ci sia chi si sbatta per il bene del suo gruppo. 

NON sto a discutere su chi, cosa, come e perché faccia o non faccia, resta il fatto che queste due famiglie sono in piedi da molto tempo e nel bene o nel male funzionano.

Adesso che qualcuno salti fuori a dirmi che quei due clan non riescono a stare regolarmente in mappa è ovviamente solo questione di secondi ... quindi lo anticipo: è vero, MA sono comunque due clan italiani funzionanti, lo fanno in modo costante da anni e lo fanno, direi, addirittura sempre meglio perché sennò, dato l'innalzamento medio del livello dei clan stranieri, peggiorerebbero.

 

Tornando al discorso che ho lanciato all'inizio, voglio insistere un'ultima volta su un punto: ma voi dei clan che potrebbero essere interessati da quanto dico, siete sicuri che mettere insieme i giocatori senza un "progetto cw" sarebbe una cosa inutile? Tutti i giocatori dei vostri clan sono sempre presenti in ts e ben contenti di plotonare con tutti gli altri vostri giocatori così come (forse) hanno sempre fatto? O per caso qualcuno latita sempre più, schiva inviti su inviti, pensa solo ai caRRi suoi e intanto tiene le valige pronte? E quante nuove reclute avete? Qual'è il vostro trend in numeri e umore?

Per carità, non voglio farmi gli affari vostri, è solo ... così, tanto per chiacchierare ...



GaruZa #30 Posted 13 January 2015 - 08:50 AM

    Sergeant

  • Player
  • 25575 battles
  • 263
  • [TKBS] TKBS
  • Member since:
    10-10-2011

View PostSkillo, on 13 January 2015 - 07:32 AM, said:

Veramente dopo la caduta dell'Impero Romano ci furono almeno altri due periodi caratterizzati da un fervente italico patriottismo: uno è quello legato all'unità d'Italia e l'altro, ahimè, fu il periodo fascista. 

Comunque, lasciamo la storia agli storici e parliamo di cose di cui siamo direttamente interessati.

Nel panorama italiano di WoT ci sono sicuramente almeno due clan, votati alle cw, che stanno in piedi da un pezzo e che hanno dimostrato (nel bene e nel male) di resistere alle intemperie dell'indole italica giocando a quelli che per la media italiana sono da considerarsi buoni livelli e che non disdegnano di allevarsi giocatori a mezzo di accademie o direttamente all'interno del clan.

PRED e -ITA stanno lì da anni e, seppur con significative differenze di gestione, continuano a giocare nelle prime posizioni del ranking italiano, quindi non è vero che non si possano costruire compagini tricolori durature e non è vero che all'interno di questi due clan non ci sia chi si sbatta per il bene del suo gruppo. 

NON sto a discutere su chi, cosa, come e perché faccia o non faccia, resta il fatto che queste due famiglie sono in piedi da molto tempo e nel bene o nel male funzionano.

Adesso che qualcuno salti fuori a dirmi che quei due clan non riescono a stare regolarmente in mappa è ovviamente solo questione di secondi ... quindi lo anticipo: è vero, MA sono comunque due clan italiani funzionanti, lo fanno in modo costante da anni e lo fanno, direi, addirittura sempre meglio perché sennò, dato l'innalzamento medio del livello dei clan stranieri, peggiorerebbero.

Ne è rimasto solo uno :harp:



KrovatarGERO1 #31 Posted 13 January 2015 - 09:05 AM

    Major

  • Player
  • 9257 battles
  • 2,670
  • [LROLL] LROLL
  • Member since:
    05-20-2013

View PostHuberK, on 12 January 2015 - 04:15 PM, said:

 

Krovatar ti informo che IENE ed I-SUR non anno effettuato alcun tipo di fusione bensì io e un altro gruppo di persone abbiamo cercato collaborazione per riunire dei giocatori con delle capacità un po più elevate di quelle che trovi in tutti i clan italiani... parte degli I-SUR si sono offerti volontari di fare parte di questo progetto.

Non siamo ancora tantissimi in clan per il semplice fatto che il clan e stato creato da circa un mese e nn e pienamente operativo... quindi nn siate troppo azzardati a dare delle conclusioni :facepalm:

Devo aver interpretato male quello che ha scritto dirgni, o forse l'ho letto prima dell'edit. Vabbè poco male, qualunque sia la vostra idea ed obbiettivo, in bocca al lupo :medal:

 

View PostGarodur, on 13 January 2015 - 07:02 AM, said:

Spoiler

 

quanti luoghi comuni messi assieme...... ma pensi che quando vai in un clan internazionale ti arrivi il commander e ti prende per mano e ti insegna? se vuoi imparare ti rimbocchi le maniche e lavori, ti prendi gli insulti in cw e fai panchina, senò continui a fare il casual e per inciso non c'è nessun male in questo. 

 

veramente sono stufo di questi luoghi comuni che recintano "noi italiano siamo merda e merda rimarremo" sparatevi se vi odiate cosi tanto.

 

sono tanti i motivi per i quali ci sono pochi clan competitivi in italia, e dico pochi perché qualche clan c'è stato....  ma penso che fondamentalmente sia perché siamo una comunità piccola.

this +unissimo!!!


P.S.: Il forum ITA non si smentisce mai, ho lasciato ieri sto Thread che stava ancora in prima pagina, guardo oggi.... 3 pagine, e la peppa chissà quali interessantissimi ragionamenti sono stati fatti?!?!?!... vabbè e io che ci credevo anche :teethhappy:.... :facepalm:



Sagittario #32 Posted 13 January 2015 - 09:29 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 25160 battles
  • 603
  • Member since:
    09-25-2011

Ragazzi, poche balle....

 

purtroppo o per fortuna i vari hako, spiegator birretta etc etc etc hanno ragione.

 

Per fare un clan che "spakka i culi" bisogna avere gente forte dentro, tattico capace e gente in grado di sapersi muovere senza essere portata per mano durante la partita.

 

Il problema e' un altro, chi viaggia con statistiche normale o un po' sopra la media, verdi/blu devono avere sufficiente onestà e mettersi da parte quando si combatte a certi livelli ed aspettare il proprio turno..... verrà anche il loro momento, magari non contro i top clan maq contro altri di pari livello....

 

Il problema vero e' che non abbiamo la pazienza necessaria per aspettare, tutti vogliamo fare le CW e poi quando si perde ci inkazziamo e andiamo via dai vari clan.

 

Ci vuole tempo e pazienza, i violoni del clan vincono sempre ? MEGLIO anche se non si fa parte della squadra principale si puo' essere sempre di aiuto in altri scontri magari meno difficili ma altrettanto importanti, strong e cw di livello opportuno...

 

E' inutile mandare una banda di verdi contro gli EFE.... datemi retta... sono cazzi..... e ne puoi vincere 1 su 20 quando va bene....

 

Umiltà ragazzi, bisogna fare in modo che i violoni possano giocare tranquilli senza avere rompicazzi intorno, il nostro turno arriva...... come succede dappertutto....



chiapponzilla #33 Posted 13 January 2015 - 10:42 AM

    Lance-corporal

  • Player
  • 31084 battles
  • 62
  • [V-D-D] V-D-D
  • Member since:
    02-24-2012

Per quanto riguarda la mia esperienza sono giunto a questa conclusione:

 

Unito

Grande

Forte

 

un clan nostrano può avere soltanto due tra queste qualità contemporaneamente..


Edited by chiapponzilla, 13 January 2015 - 10:44 AM.


Skillo #34 Posted 13 January 2015 - 10:46 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 68668 battles
  • 556
  • [ORKI2] ORKI2
  • Member since:
    03-18-2012

Ma "zio fá", Sagi, anche tu OT? 

Ma non si può proprio più contare su nessuno? :D



Mercyful_Fate #35 Posted 13 January 2015 - 11:10 AM

    Lieutenant General

  • Player
  • 30092 battles
  • 6,874
  • [LROLL] LROLL
  • Member since:
    03-10-2013
Oh ma tutta sta gente che "vuole giocare cw per forza" è il problema? Quando si rimane fuori,perchè è ovvio che devono giocare i migliori che sono online al momento, si fan due plotonate o ci si mette a guardare la tv.

Parlando da esterno,è davvero questo un problema? Della gente che vuole giocarle per forza dico

Sagittario #36 Posted 13 January 2015 - 11:13 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 25160 battles
  • 603
  • Member since:
    09-25-2011

View PostSkillo, on 13 January 2015 - 10:46 AM, said:

Ma "zio fá", Sagi, anche tu OT? 

Ma non si può proprio più contare su nessuno? :D

 

ahahahahah, ma no.... tranqui lo sai come la penso, ma in un clan composto da un buon misto colorato, c'e' spazio per tutti..... e il tempo viene per tutti.... bisogna solo avere la pazienza necessaria...... e stare al proprio posto.... tutto qui.....

trillerct #37 Posted 13 January 2015 - 11:16 AM

    Staff Sergeant

  • Player
  • 36571 battles
  • 320
  • [ORKI] ORKI
  • Member since:
    02-25-2013
se si riescono a fare 2 squadre più  o meno giocano tutti....si devono avere minimo 40 player attivi e almeno 10 violoni se si vuole fare la differenza...

Spiegator #38 Posted 13 January 2015 - 11:31 AM

    Lieutenant

  • Player
  • 44332 battles
  • 1,721
  • [ORKI] ORKI
  • Member since:
    05-08-2012

View Postsalvoe444, on 13 January 2015 - 08:04 AM, said:

Ho dato +1 a skillo e +1 a Blackstorm  per la pacatezza nell'esprimere concetti chiari, semplici  e veritieri su come tanti interpretano ( presumo anche loro )  la vita vera e quindi il gioco qui presente. Le 2 cose non possono essere scisse, mi piace ribadirlo con fermezza. La pacatezza e' dote di pochi. La chiarezza di altrettanto pochi. Per non parlare della comprensione di semplici frasi in italiano..... alcuni parlano per acronimi stranieri ,LOL docet, e non sanno la differenza tra il far avvicinare le persone ad un gruppo o allontanarlo in malomodo ,forse per sempre.  

 

 Niente da fare...... qui si viaggia su 2 binari diversi ...uno e' un binario giocoso e di divertimento e che sicuramente porta da qualche parte cercando di coinvolgere le persone  L'altro...beh e' un binario morto , di chiusura mentale , di offese, di pippe astrofisiche, di opportunismo, di egocentrismo, di egoismo e non collaborativo. La cosa drammatica secondo me e' vedere che molti adulti, o presunti tali, sono sul secondo binario. 

 

OT Non proseguo la polemica con Stan, il divino Stan ,in quanto egli ritiene me ( in modo offensivo tra l'altro, mi pare ) nabbo che non capisce un cazzo su niente  per le mie stats da mesi , non avendo mai fatto una partita col sottoscritto, ne randomica ne di squadra ..... E poi tenta di far passare me come fissato con le stats......davvero singolare la contorsione mentale . 

Non approfondiro' nemmeno il discorso sulle partite importanti in CW..... dove mi pare, ma potrei sbagliare non avendone mai fatto una , se perdi anche nei 16esimi sei fuori dal gioco uguale.....ergo sono tutte "importanti ai fini del gioco" ...ah no , che stolto sono,ci sono mediocri e MEDIOCRI cosi' come importante ed IMPORTANTE. 

 

 

 

Continui a non capire, ma va bene lo stesso. Tu inizi a rompere in questo thread ad io ti rispondo e poi provi a rigirare la frittata. Comportamento classico italiano dove l'inceneritore dievnta termovalorizzatore, ma alla fine la funzione è sempre la stessa ovvero brucia immondizia e si sfrutta il calore generato per creare elettricità.

Ti sei offeso perché ho detto che la tua idea di rotazione per i giocaotri delle CW non è una buona idea. Ho anche detto perché mi sembra, ma te no, oramai prendi qualunque cosa dica contro le tu idee come una offesa personale. Scusami, ma se srivi una cosa che non ritengo corretta lo dico, e non ho usato modi strani per dirlo, ho detto solo che in clan seri ci si comporta diversamente e per buoni motivi.

Io non piango su quel o quell'altro carro, non voglio cambiare il gioco, lo prendo come è e me lo tengo. Così come il panorama dei clan italiani.

Io dico che tu non capisci un cazzo non per le tue stats, ma perché da quello che scrivi e quello che dici deduco che NON CAPISCI UN CAZZO. Semplicemente questo. non è una questione di stats, è una questione di non capire assolutamente un cazzo!

Tornndo In Topic, certo unire clan per farne altri sarebbe meglio, magari si riuscirebbe a creare una comunità più coesa, ma alla fine ogniuno cerca il comando, esssere parte di un qualcosa di più grande. Finora ci sono riusciti solo 5, 6 clan in Italia, per lo meno da quando ho iniziato a giocare. Magari che vuole giocare for FUN dovrebbe entraree in un clan dove giocano per divertimento, Chi vuole fare ESL potrebbe entrare in clan che fanno ESL. Chi vuole fare CW dovrebbe entrare in un clan che fa CW. Però poi quando è dentro dovrebbe attenersi a quello, non cominciare a voler fre altro. Io non ho esperienza di ESL non mi permetteri mai di dire a nessuno come si giocano le ESL o suggerire come cmabiare gli scontri. Sono stato in clan For Fun, ho imparato un poco, ma mai mi sognerei di dire come si gestisce un Clan For Fun.

Mettere insieme i giocatori di vari clan per farne uno con giocatori presenti? Si può fare sicuramente, esistono già Clan in Italia, magari cominciare a pensare di fondere clan, magari cambiando i nomi in modo che nessuno possa pretendere nulla, potrebbe essere la via. Si prende un caln, si trasferiscono in quello tutti i giocatori attivi di altri clan e gli si cambia nome e logo. L'importante è che però la gente sappia quello che trova nel nuovo clan, gli obbiettivi e sopratutto cche ne condivida le finalità. Quando poi uno vuole cambiare e passare a fare CW od ESL, invece di attaccarsi al clan con le unghie e voler cambiare la finalità del clan stesso, sarebbe meglio cambiare clan e trovarne uno ceh si addice alle sue necessità e volontà. Magari quest'ultimo passo è quello che molti non capiscono. Ho vissuto realtà in cui alcuni giocatori volevano iniziare a fare CW e volevano costringere il caln a fare CW. Magari se avessero cambiato clan e fossero entrati in un clan che aveva quella finalità, sarebbe stato meglio.

Sono stato abbastanza In Topic Skillo? Si lo so, la parte iniziale riguardo treninolima...



PanzerPoff #39 Posted 13 January 2015 - 11:38 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 13688 battles
  • 685
  • Member since:
    04-11-2013

Ma scusate, io la butto lì da completo profano, non sarebbe meglio se un clan ben strutturato creasse una sorta di accademia o simili dove concentrare i giocatori medio scarsi e un gruppo di elitè formato dai pro che si cimenta nelle competizioni più impegnative?Poi ovviamente nell'accademia ci saranno figure disponibili per insegnare, plotonare ecc, e quando un giocatore viene giudicato idoneo per contesti più impegnativi lo si porta in prima squadra....



Paleimmitano8 #40 Posted 13 January 2015 - 11:40 AM

    Staff Sergeant

  • Player
  • 17336 battles
  • 389
  • Member since:
    02-07-2012

View PostBlackStormChR, on 13 January 2015 - 03:31 AM, said:

Il problema purtroppo è uno solo forse.

L'essere italiani.

Noi purtroppo, storicamente, dalla caduta dell'Impero Romano ad oggi non abbiamo più avuto,

ne aspirato ad un unità alcuna... che sia nella vita di tutti i giorni che sia in un qualsiasi giochino online.

Chi ha avuto "altre" esperienze di altri giochi potrà benissimo confermarlo.

Tutti i giochi suddivisi per "nazionalità" che siano grandi o piccoli vedono sempre

la comunità italiana frammentata in millemila entità più o meno piccole, più o meno insignificanti.

Questo non perché manchino i mezzi, non perché manchino i giocatori, non perché manchino i potenziali iscritti giornalieri.

Solo ed esclusivamente perché manca nei più la volontà di creare qualcosa che duri nel tempo,

perché noi culturalmente non siamo capaci di convivere e condividere un percorso od un idea comune.

 

In Italia quando si forma un Clan la prima cosa che ci si domanda è: Chi sarà il Comandante?

Molti quindi si fanno un clan solo per tenersi il "culo al caldo" ed avere il posto prenotato ad ogni partita.

Non c'è in noi lo spirito di sacrificio per il gruppo e l'idea che quello che si fa si deve fare non per se stessi ma per gli altri.

 

Partendo da questo presupposto si capisce benissimo che è matematicamente impossibile, senza cambiare mentalità,

cercare di creare un qualsiasi Clan che vada più lontano di un misero obiettivo (es. prendere il carro premium e poi tutti a casa).

 

Inoltre a questo aggiungiamoci pure che noi italiani vediamo le statistiche solo come strumento di misurazione del pene.

Chi ha il WN8 più alto ha quindi il pene più lungo e ci prova gusto a sbatterlo in faccia

ogni santo giorno a quei poveri disgraziati che hanno la sfortuna di avere un WN8 inferiore e pertanto essere privi del membro virile.

 

Aggiungiamoci pure che ogni tanto anche le differenze di età giocano a sfavore

della comprensione tra giocatori e che a volte l'immaturità è trasversale; e con questo abbiamo capito quanto sia vana la speranza di creare qualcosa di veramente utile e duraturo, che vada oltre al vincere il singolo carretto o lo sbarcare una manciata di volte.

 

Purtroppo noi siamo fatti così... siamo tanto bravi a saltare sul carro di chi vince tutte le sere come siamo tanto rapidi nel gettare le scialuppe a mare quando per due o tre sere non si vince. Oppure siamo tanto bravi a comparire magicamente quando c'è un carro da prendere e siamo tanto bravi a sparire quando c'è da farsi il mazzo durante tutto l'anno per il Clan.

 

Quanti di voi hanno mai aperto una stanza d'addestramento per imparare?

Quanti di voi hanno mai aperto una stanza d'addestramento per insegnare (realmente, non cazzeggiare)?

Quanti si sono presentati tutte le sere su TS pur consapevoli di stare in panchina?

Quanti si sono fatti i carri chiesti dal Clan e non solo per le proprie necessità?

Quanti ci tengono realmente al Clan dove stanno e non lo sfruttano solo per un fine personale?

Quanti si sacrificherebbero per il loro Clan o vorrebbero dare il loro contributo per esso?

Quanti sarebbero disposti a mettere soldi per il bene del proprio Clan?

 

Sarò pessimista, ma secondo me, pochi.

Anzi pochissimi.

Magari possiamo dire per essere politicamente corretti "esclusi i presenti".

Ma in generale questo discorso non fa una piega.

 

E poi dai... è sotto gli occhi di tutti... in Italia le "Accademie" sono buttate li spesso solo come scatole cinesi e cimiteri degli elefanti.

A chi realmente frega qualcosa del pincopallo rosso pomodoro che ha 500 partite e vorrebbe imparare?

A noi italiani non frega un tubo già se siamo gialli, figuriamoci se frega qualcosa ai viola italiani.

 

Per questo riassumendo in Italia:

I rossi continueranno sempre a fare plotoni con altri rossi.

I viola continueranno sempre a fare plotoni con altri viola.

I Clan continueranno sempre ad essere spopolati.

Le Accademie saranno sempre cimiteri per elefanti istituzionalizzati.

Ed i Clan "che spaccano" continueranno sempre a spaccarsi (es. ICON & REDRUM) ad ogni fine Campagna CW.

Ed inoltre su questo forum ci sarà sempre e solo gente che vuole litigare e nulla più.

 

Noi italiani ci salviamo solo espatriando per il semplice motivo che siamo bravi esclusivamente quando viene meno la nostra italianità e sono altri non italiani a fornirci la pappa pronta. Quindi con il minimo sforzo chi più e chi meno riesce a raggiungere anche le vette più elevate.

Quando siamo in un gruppo di altri 100 sconosciuti con cui non possiamo litigare, perché non ci capiscono o non ci possiamo esprimere,

diamo il meglio di noi, liberi dal peso del nostro essere italiani piccoli e limitati.

 

Questo risponde anche a chi chiedeva: "Perché non vengono gli esperti ora all'estero a fare un Clan decente?".

Semplicemente perché tornando in Italia tornerebbero ad essere italiani e pertanto incapaci di rapportarsi tra loro.

 

Concludo il "pistolotto" dicendo che la comunità italiana (di gaming online) 

a differenza di quella mondiale è morta con l'introduzione del Free-to-play.

Prima se volevi giocare dovevi pagarti una connessione ed un gioco e quindi giocava solo chi realmente interessato

pertanto si era in pochi ma buoni (nel senso più motivati a sbattersi)

ora possono giocare cani e porci e quindi anche quelli a cui non frega nulla (WN8 alto o basso che sia)

che entrano in un Clan e si piazzano a succhiare sangue e si presentano solo quando fa loro comodo

e non vivono il Clan come comunità (già... una volta il Clan prima di essere Clan era comunità, ora è solo tag.).

 

Quindi... di cosa parliamo?

UTOPIA.

 

Per favore, non ho nulla contro chi ha scritto questa cosa, ma studio storia, e non posso fare passare una cosa del genere.

Quindi per favore, evitiamo anacronismi e castronerie, ve ne prego :)






1 user(s) are reading this topic

0 members, 1 guests, 0 anonymous users