Jump to content


Clan da 10 players o meno...la frammentazione.


  • Please log in to reply
37 replies to this topic

D4d1 #1 Posted 26 March 2018 - 08:33 AM

    Major General

  • Moderator
  • 18873 battles
  • 5,659
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    09-06-2011

In caso di frammentazione va usato Defrag!

Su una pagina FB è nata un interessante discussione sui piccoli clan composti da pochissimi players. E' giusto che tali clan esistano? Cosa comporta la loro presenza? Sono loro la causa della incapacità della comunità italiana ( escluso pochi clan seri ) di esprimersi in ambiente CW?  Cosa ne pensate?

 

Cerchiamo di mantenere dei toni educati anche se i pareri possono essere discordanti. Grazie!



naico69 #2 Posted 26 March 2018 - 08:43 AM

    Second Lieutenant

  • Player
  • 17349 battles
  • 1,046
  • Member since:
    12-08-2013
Mah! Per me è solo colpa dei RAME :teethhappy:

mango91 #3 Posted 26 March 2018 - 08:52 AM

    Captain

  • Clan Diplomat
  • 44240 battles
  • 2,152
  • [ORKI] ORKI
  • Member since:
    04-21-2011

se un gruppo di amici ha piacere di spendere 2500 gold per aprire un clan, mettere una tag che li faccia divertire e giocare solo tra di loro senza velleità alcuna, io non ho nulla da dire a riguardo. Possono usare la chat di clan per chiacchierare, pagarsi un TS, usare un TS libero o discord, se la passano e non hanno stress

 

certo è che se quel gruppo di amici volesse, di tanto in tanto, giocare una SH o una squadra, dovrebbe spesso affidarsi ai legionari, con tutti i pro ed i contro della cosa

Spoiler

 

per come la vedo io, scegliere ogni cosa che possa riguardare il proprio miniclan (cosa, mi deve essere ancora spiegato, ma ipotizziamo che ci siano cose interessanti) è ciò che impedisce a questi gruppi di giocatori più o meno attivi di unirsi ad altri per ottenere un gruppo di 80 persone.

è chiaro che non si uniranno ad ORKI o SERPE o BC-IT perché nel 99% dei casi non ne condividono i "valori" di competizione, ma è pieno di clan for fun, in cui vige il volemosebbene e che non obbligano nessuno a fare alcunché o ad avere dei numeri minimi.

 

per concludere, Milton ha espresso la situazione italiana di WoT, parecchi anni fa: "Better to reign in Hell, than serve in Heaven". L'unica forzatura è che spesso nei clan italiani il paradiso è un'utopia



qwe62 #4 Posted 26 March 2018 - 08:58 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 23576 battles
  • 956
  • [NEOSY] NEOSY
  • Member since:
    04-05-2013

è un gioco tutti sono liberi di fare quello che ritengono più opportuno 

 

 



D4d1 #5 Posted 26 March 2018 - 10:16 AM

    Major General

  • Moderator
  • 18873 battles
  • 5,659
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    09-06-2011

Devo dire che io concordo sia con Mango che con Que62. Ovviamente come dice Naico è sempre colpa del rame.

 

Sta di fatto la comunità va divisa in

- ForFun

- Hardcore

Chiaramente chi si identifica nel ForFun non dedicandosi al gioco competitivo influisce poco sulla "competitività" della comunità italiana. Chi invece si dedica a CW e SH ecc dovrebbe avere un atteggiamento diverso. Uso il termine "dovrebbe" perchè non c'è un obbligo vero e proprio ma sarebbe "furbo" unire le forze.

Purtroppo ( ma questo non riguarda solo il panorama italiano ) c'è sempre qualcuno che crede di poter fare meglio e si apre un proprio gruppo. Allo stesso modo c'è sempre chi crede di essere più PRO dell'altro e non riesce a giocare in clan con persone meno brave. Ha bisogno di identificarsi in una comunità forte come se questo gli potesse dare qualcosa in più. Sto parlando di prestigio. Ed ecco che c'è chi dall'alto dei numeri pensa di poter giudicare gli altri player. 

 

La cosa sbagliata è che spesso sono sempre i soliti giocatori bravi a migrare da una parte all'altra ma questo ha un problema insito. Prima o poi ci si stufa di giocare e i player bravi diminuiscono. Nessuno però investe nelle giovani leve e si rischia che per ogni due giocatori bravi che mollano il gioco competitivo per dedicarsi al ForFun ci sia un solo giocatore nuovo bravo a prendere il loro posto. La conseguenza è una ( permettetermi il termine ) "decadenza" delle capacità della comunità. 

 

I clan dovrebbero investire di più nei giocatori giovani per far crescere la comunità altrimenti la comunità muore.

 

Ma prendiamo i clan che stanno nel mezzo, quelli composti da giocaotori bravini ma non eccelsi. Questi sono i clan che in realtà fanno crescere i nuovi player e sono questi che fanno da serbatoio ai clan blasonati che gli forniscono nel tempo i bravi giocatori. Purtroppo hanno il limite di voler trattenere e o trattare come proprietà privata i vari players. Questo è del tutto sbagliato perchè in questo modo non c'è possibilità di crescita. Bisogna essere coscienti dei propri limiti e delle proprie capacità e lasciare che chi è più bravo ( e sente il bisogno di crescere ) lasci il clan per migrare in un altro che gli permetta di "esprimersi al meglio". 

 

Quindi un player da rosso può arrivare ad essere blue e ma deve seguire un processo di crescita che lo porta da un clan meno blasonato a uno più blasonato.

Tutta questa papardella per spiegare perchè è giusto che esistano piu realtà e vari gradi di sviluppo/bravura. Ciò però non spiega una frammentazione inutile che si crea nel panorama italiano ma anche internazionale. Non pensiate che siamo i soli ad avere questo problema. Spesso non ci rendiamo conto di cosa c'è nelle altre comunità perchè non le frequentiamo.

 

Una cosa interessante sarebbe prendere una lista della comunità e dividerla per livelli. ( sto escludendo a priori i ForFun )

- Clan piccoli di giocatori arrancioni che volgiono crescere

- Clan piccoli di giocatori gialli che volgiono dedicarsi a piccole CW e SH

- Clan verdi con impegno costante in CW e SH

- Clan blue che si dedicano al vero e proprio gioco HardCore ( ed è quasi un secondo lavoro come impegno )

 

A questo punto il concetto di lega non è sbagliato ma ricchiedo un livello di organizzazione non indifferente. Prima di tutto accorpare i clan piccoli in clan più grandi in base all'interesse e alle possibilità ma ciò implica che qualcuno debba lasciare il posto di comando. Bene. Questa è la parte più difficile perchè si sa che ai mondiali di calcio tutti gli spettatori si sento ottimi allenatori e tutti sentono il bisogno di dire la loro e avrebbero saputo fare meglio. Se tu prendi gli allenatori e li metti a ricoprire quel ruolo nessuno sarebbe ingrado di farlo. A parole però sono tutti campioni. 

 

Ora, questa cosa non si può eradicare dalla mentalità comune dell'essere umano quindi ci sarà sempre qualcuno che vorrà dire la sua pensando di sapere. Dall'altra parte ci sarà sempre qualcuno che non accetterà la critica perchè convinto di sapere di più. Ed ' proprio questo processo che porta alla disgregaizone di un clan in sottofazzioni. Lo sforzo intellettuale per creare un unica comunità dovrebbe quindi essere talmente elevato da consumare coloro che lavorano al progetto  con conseguente allontanamento dal gioco. 

 

In realtà la cosa è fattibile ma non è fattibile per tutti. Ecco quindi perchè ci sarà sempre una frammentazione in clan e non ci si potrà mai riunire in un unico clan. Se l'uomo fosse in grado di lavorare per la comunità ed il prossimo il comunismo avrebbe funzionato. Purtroppo l'uomo non è in grado di farlo o meglio può essere in grado di farlo se le sue capacita intellettive sono elevatissime cosa che non può valere per tutti. Si può quindi pensare di creare una comunità ma questa non sarà costituita da tutti ma solo da una parte di clan che fanno parte della comunità italiana. Ci sarà sempre una parte che pensa di saper fare meglio e resterà in disparte. 

 

Chiaramente per fare ciò si chiede ai capiclan di rinunciare al proprio "potere" in favore di un bene superiore. Chi rinuncia al proprio clan? Chi è disposto a lasciare il "potere" per tornare ad essere un pinco pallino qualsiasi? Non voglio dire "nessuno" ma di sicuro "pochissimi".

 

Prendiamo i clan del momento. Chi sono? Serpe Orki Neos Furie ecc... chi altro ( scusate se non so chi si sta dedicando alle CW ma io non seguo più da tanto ) Bene facciamo una fusione. Ops, non si può. Perché? Perche molti sono fazioni che si sono distaccate dai Serpe che poi sono stati Neos che poi hanno fatto gli Fkit che erano FVrie e poi Oki o bla bla bla. Qui siamo quindi da capo. Cosa si fa? Chi rinuncia? Quindi è un cane che si mangia la coda e lo farà fin tanto che la gente non si renderà conto che questo è solo un gioco e come tale va preso senza entrare sul personale senza giudicare il prossimo dal colore delle stats e fincheè il blasone e il "potere" governeranno il gioco. 

 

Non c'è modo di creare qualcosa a meno che non ci si metta d'impegno e si lascino da parte gli interessi personale le simpatie e le antipatie ecc. Ed ecco perchè il panorama italiano come pure quello internazionale sarà sempre frammentato. Fa parte della natura dell'uomo. Fine.

 

Scusate il papiro.


Edited by D4d1, 26 March 2018 - 10:43 AM.


mango91 #6 Posted 26 March 2018 - 11:04 AM

    Captain

  • Clan Diplomat
  • 44240 battles
  • 2,152
  • [ORKI] ORKI
  • Member since:
    04-21-2011

sono d'accordo su molto, ma sulle antipatie vorrei precisare.

 

ci sono giocatori che non sopporto e piuttosto che averci a che fare prendo le balle ed emigro. E così tanti altri; è un gioco, tra l'altro pago anche per giocarci, perché castrare anche il divertimento?

Penso che questo sia un dettaglio da non trascurare, ma il discorso fila in generale per tutti coloro che sono "indifferenti" perché ancora da conoscere

 

ogni clan ha la sua blacklist, più o meno arcinota, ogni player ha la sua lista ignorati. E per quanto questo gioco sia un secondo lavoro a tutti gli effetti, nessuno può ancora costringere i propri compagni di clan a fare una fusione con un clan in cui c'è gente che non si sopporta, che siano gialli, verdi o viola

 

PS.

OT: il comunismo non ha funzionato, per fortuna, perché non tutte le persone valgono 1 in ogni situazione. C'è chi vale 3 e chi vale 0,1. obbligare la playerbase (nell'esmpio wottiano) ad accettare il fatto che tutti valgano 1 è una cazzata micidiale e uccide la voglia di giocare di quelli che "valgono 3"



codo75 #7 Posted 26 March 2018 - 11:21 AM

    Captain

  • Player
  • 16282 battles
  • 2,436
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    07-23-2012

Generalizzo.....sono d'accordo su tutto.....ora....parlo per me e la mia esperienza.....

Mi registro a wot, gioco per molto tempo in solitaria....un amico insiste sul farmi entrare in clan da lui....cedo, mi trovo molto bene, imparo tanto, inevitabili preferenze tra player ma mai insofferenze tali da litigare, dopo un pò ognuno prende la propria strada...mantengo i contatti con i giocatori con cui mi sono trovato bene ed in ts non ho parlato solo di tattiche e quant'altro....piccola parentesi, per scaricare la tensione accumulata nelle sessioni di gioco impegnato...., nel frattempo frequento il forum ufficiale ed incontro persone che ritengo squisite, e che mi viene confermato una volta conosciuti in ts.

Torno a giocare in modo più deciso e cerco un clan in modo da riprendere le mie voglie iniziali...lo trovo e qui riprendo le mie cose.....

In tutto questo.......se un domani, si decidesse con tutte le persone con cui ho legato, di fare un clan con il solo scopo di divertirsi e stare insieme dico si, non tanto per fare vita di clan vera e propria, ma per stare insieme.

Utopia?, si, ma probabilmente i clan con 10 persone hanno avuto il percorso descritto da me.

 

Ps: Scusate ho scritto di *modificato*....sono di corsa


Edited by xxTANK_Uxx, 24 April 2018 - 12:32 PM.
Volgarità


Tankitranki #8 Posted 26 March 2018 - 11:29 AM

    Warrant Officer

  • Player
  • 53801 battles
  • 862
  • [FVRIE] FVRIE
  • Member since:
    01-24-2013

Che fai Dadi? Mi cerchi di smacchiare il giaguaro? :trollface:

Perchè dividi i Clan in "for fun" e "hardcore"? tra queste due categorie c'è una quantità pressochè infinita di sfaccettature che giustifica il frazionamento (che tra l'altro non è solo italiano)..per mia esperienza personale far coesistere 70/80 mentalità differenti per un lungo periodo è un impegno mostruoso, ti passi i giorni a discutere ora con uno, ora con un altro, ora a gruppetti e il tempo che potevi dedicare al gioco attivo si trasforma in politica socioludica...da quando le furie hanno smesso di essere un clan impegnato (per diatribe interne si è preferito disperdere un buon patrimonio di giocatori)  mi sono arrivate 4 (quelle che ricordo) offerte di "acquisto" ( sìsì soldi veri)  del Clan ma nessuna che avesse la benchè minima intenzione di farmi rimanere all'interno...qui non si tratta di essere legati al potere (? lol potere de che?) ma di venire  estromessi totalmente in caso di apertura a qualche progetto...con questi presupposti le nostre strutture a livello 10 rimangono nelle mie mani e le furie diventano un altro clan quasi morto.



Patacca100 #9 Posted 26 March 2018 - 11:51 AM

    Captain

  • Player
  • 32571 battles
  • 2,122
  • [HASSO] HASSO
  • Member since:
    03-11-2012

View PostD4d1, on 26 March 2018 - 08:33 AM, said:

In caso di frammentazione va usato Defrag! 

Su una pagina FB è nata un interessante discussione sui piccoli clan composti da pochissimi players. E' giusto che tali clan esistano? Cosa comporta la loro presenza? Sono loro la causa della incapacità della comunità italiana ( escluso pochi clan seri ) di esprimersi in ambiente CW?  Cosa ne pensate?

In Italia abbiamo relativamente meno giocatori rispetto ad altri paesi, i "videogiochi" sono meno diffusi, le connessioni più lente e culturalmente in questi campi siamo indietro se paragonati alla media europea.

è normale avere meno top clan, meno top players, e meno attività in cw rispetto agli altri paesi, è una rappresentazione coerente della realtà del paese in questi campi.

Non possiamo pretendere 3-4 top clan 100% Italiani, non siamo mica in Polonia, li con tutti i giocatori che hanno possono tranquillamente riuscirci, in Italia mancano i numeri.

I problemi generalmente sono gli stessi in tutti i paesi Europei, solo che in Italia (come in altri paesi) sono più accentuati.

Personalmente ho giocato con parecchi clan Italiani e non, la differenza principale che ho notato è che all'estero esistono parecchie comunità/clan internazionali, mentre in Italia o sono tutti Italiani oppure non si fa niente.

I clan piccoli non c'entrano nulla, per risolvere bisognerebbe creare delle community internazionali meritocratiche e con giocatori poco tossici, dove i ruoli chiave non sono fissi ma vanno a chi ha risultati migliori e soprattutto ingresso libero, per stimolare i giocatori appena iscritti o con poche partite.

In altri giochi (simulatori di auto) facevo parte di community internazionali, mi è capitato più di una volta di sostituire i capiclan o di prendere il posto di altri ruoli per determinati periodi di tempo, semplicemente perchè ero più attivo e più bravo, quando l'ambiente è piacevole i giocatori rimangono e c'è un processo di crescita.

Serve una mentalità più aperta: community internazionali, ingresso libero (per le nuove leve), ruoli in base ai risultati (per stimolare le attività di clan), umiltà (ammettere i propri errori, non dare la colpa agli altri, cercare di imparare dai migliori), voglia di divertirsi e crescita, se un clan parte già con "noi siamo X, Y, Z e saremo così fino alla fine dei tempi" non conclude nulla, bisogna sempre migliorare o cambiare, che non vuol dire per forza CW, hardcore o altro, ma cambiare le attività di clan, i giocatori nei ruoli chiave, vincere una partita di squadra contro un clan più forte, aiutare i neo iscritti, ecc...

 



D4d1 #10 Posted 26 March 2018 - 01:38 PM

    Major General

  • Moderator
  • 18873 battles
  • 5,659
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    09-06-2011

Vorrei quotare e rispondere singolarmente a tutti ma non posso perchè farei un wall post. Mi limito a cercare di dare una risposta unica.

 

Partiamo dal concetto di meritocrazia di cui hanno parlato Mango e Patacca. Sono perfettamente d'accordo. Non tutti valgono alla stessa maniera ed il concetto del facciamo giocare tutti non funziona. Purtroppo ci sono situazioni in cui bisogna mettere da parte la simaptia e/o l'antipatia e far giocare chi in quel momento rende meglio. Non è possibile creare qualcosa di competitivo e allo stesso tempo democratico. Se fosse cosi in una squadra di serie A non dovrebbero esistere le riserve. Invece è proprio così e purtroppo così deve essere. Le partite importanti e decisive le deve giocare il team forte quello di punta mentre nelle partite meno importanti possono essere inseriti uno o due giocatori meno esperti ma questo vuol dire che il turnover si basa su 1 o 2 giocatore non su 11. Purtroppo questo può non andare giu a chi si crede superiore ad altri e non possiede un po' di umiltà. Ma come, io non gioco mai? Eh si ci sarà sempre chi gioca meno degli altri. Ecco qui un potenziale motivo di scissione. Uno o più giocatori pensando di potersi esprimere al meglio iniziano e fanno da sobillatori. Parte un processo di scissione quindi. Se il malcontento interessa molti giocatori o si risolve il problema o si perdono i giocatori. 

 

Poi sono pure d'accordo per il discorso su simpatie e antipatie. Io stesso non riuscirei a giocare in una sqaudra in cui ci sono parecchie persone che non mi piacciono però a volte a certi livelli potrebbe rendersi necessario mandare giù il rospo per "il bene" comune. Il fatto è che io stesso mi rendo conto che alcune cose non sono fattibili e andrebbero a ledere il piacere di giocare ma se volessimo domani creare più di un clan forte in italia mandare giù il rospo sarebbe d'obbligo. Io lo farei? Mi unirei a una comunità creata a tavolino in cui ci sono persone che non mi piacciono? No. Sono sincero. Mi piace giocare con quei 4 gatti con cui mi trovo bene. Stop. Eppure dovrei farlo per il bene comune. Motivo in piu per capire che la creazione di un unico clan forte è impossibile.

 

Sulle 50 sfumature di grigio di Tanki sono di nuovo d'accordo. Ha ragione da vendere. Io stesso non potrei lasciare il comando a chi a tavolino ha deciso che io devo alzare le chiappe. Tieni, ti pago per andare fuori dai maroni. Perché? Se vuoi collaboro ma lo faccio a modo mio. Lo farei pure io. Mica lascio il Rame al primo che passa con tutta la fatica che hanno fatto i miei ragazzi per raccoglierlo. Deve essere chairo a tutti che io in quanto capo di questo potentissimo clan non devo per forza di cose lavorare ma è più giusto che viva di rendita. E chiudo la parentesi. 

E' quindi evidente che ancora di più una super comunità non è possibile e non si avrà mai. Ogni clan ha una storia. Le Furie i Neos i Rrum Serpe hanno un passato e se tu prendi il clan e lo smembri perdi il passato. Per qualcuno che non ci è "passato" ( scusate ) il passato non ha valore ma per chi lo ha vissuto e ci si è impegnato quelle 5 lettere hanno un valore. Magari sono costate serate davanti al pc tensione e impegno. Perché cancellarlo? Hanno ragione? Si. 

 

Quindi, una supercomunità è realmente possibile? No. Quindi ci teniamo i mille clan e come dice Patacca, possiamo permetterci pochi clan forti a cui possiamo cercare di dare eventualmente una mano. Come? C'è da fare uno sbarco ( non so se funziona ancora così ) ci si butta sul landin in cerca di dare una mano e una volta che sono sbarcati è compito loro. In questo modo si crea una certa sinergia e ci si aiuta, si fa esperienza perchè anche i piccoli possono cominciare e fare le CW e si cresce. E' un idea. La saturazione del landing è una cosa che non mi è mai piaciuta ma capitava molto spesso e fa parte della strategia. Potrebbe essere usate in maniera positiva.

 

Quindi da domani noi Rame che siamo in 4 satureremo i landing agli Orki e ai Serpe a costo di dover andare casa per casa dei nostri nemici a smontare le grondaie. :izmena: ( Kampf, scalda il furgone che si parte ) 



Thejagdpanther #11 Posted 26 March 2018 - 02:03 PM

    Major General

  • Player
  • 41566 battles
  • 5,241
  • [TKBS] TKBS
  • Member since:
    07-16-2012
d4d1 ma sei in ferie?

kampf63 #12 Posted 26 March 2018 - 03:00 PM

    Captain

  • Player
  • 14720 battles
  • 2,179
  • [RAME] RAME
  • Member since:
    08-15-2012

View PostD4d1, on 26 March 2018 - 01:38 PM, said:

Quindi da domani noi Rame che siamo in 4 satureremo i landing agli Orki e ai Serpe a costo di dover andare casa per casa dei nostri nemici a smontare le grondaie. :izmena: ( Kampf, scalda il furgone che si parte ) 

 

Come fosse già sbarcato! :honoring:



unseen_strike #13 Posted 26 March 2018 - 03:30 PM

    Lieutenant

  • Player
  • 37646 battles
  • 1,807
  • [LROLL] LROLL
  • Member since:
    05-14-2015

View PostThejagdpanther, on 26 March 2018 - 02:03 PM, said:

d4d1 ma sei in ferie?

 

L’hanno arrestato,ha tutto il tempo che vuole :rolleyes:

D4d1 #14 Posted 26 March 2018 - 03:40 PM

    Major General

  • Moderator
  • 18873 battles
  • 5,659
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    09-06-2011

View PostThejagdpanther, on 26 March 2018 - 02:03 PM, said:

d4d1 ma sei in ferie?

 

View Postunseen_strike, on 26 March 2018 - 03:30 PM, said:

 

L’hanno arrestato,ha tutto il tempo che vuole :rolleyes:

 

Va che manica di smpaticoni. :sceptic: 

Ricordatevi che non è ancora nato chi può arrestare il sottoscritto. E no non sono in ferie io sono perennemente in ferie. Il clan è stato creato con l'unico scopo di far lavorare il prossimo per me stesso e io restare comodamente a casa, in pantofole, immerso in un mare di rame. 

Il lavoro è per i povery. 


Edited by D4d1, 26 March 2018 - 03:40 PM.


unseen_strike #15 Posted 26 March 2018 - 04:25 PM

    Lieutenant

  • Player
  • 37646 battles
  • 1,807
  • [LROLL] LROLL
  • Member since:
    05-14-2015

View PostD4d1, on 26 March 2018 - 03:40 PM, said:

 

 

Va che manica di smpaticoni. :sceptic: 

Ricordatevi che non è ancora nato chi può arrestare il sottoscritto. E no non sono in ferie io sono perennemente in ferie. Il clan è stato creato con l'unico scopo di far lavorare il prossimo per me stesso e io restare comodamente a casa, in pantofole, immerso in un mare di rame. 

Il lavoro è per i povery. 

 

Va a ciapaa' i ratt.:teethhappy:

Etjew #16 Posted 26 March 2018 - 04:59 PM

    Major

  • Player
  • 15091 battles
  • 2,715
  • [MERK] MERK
  • Member since:
    07-20-2014

Mi piace il titolo del Topic, ma al primo wall-text mi sono fermato a leggere, quindi non so di cosa abbiate discusso precisamente, ma dico la mia tanto per buttarci dentro anche il mio modesto pensiero. Va detto però che in italia i clan si sciolgono e frammentano da sempre, il vero perché non so.

 

Comunque, quanti clan ho visto sciogliersi perché 99 persone avevano in antipatia un unico personaggio, e piuttosto che tirare fuori le palle affrontando la questione di persona e dirgli di andarsene, si preferiva fondare un nuovo clan per estrometterlo e mantenere intatto il proprio enclave; ma gira e rigira i giocatori son sempre gli stessi che passano da un clan all'altro quindi si finisce sempre per ripetere gli stessi errori. Poi le cause di scioglimento e divisione sono anche altre, ma a livello di clan "competitivi" ho visto che troppo spesso si da più importanza al fatto di avere in clan solo gente che sta simpatica piuttosto che dare la giusta importanza all'abilità in gioco. 



Zireael_Cirilla_Fiona #17 Posted 26 March 2018 - 05:23 PM

    General

  • Player
  • 54436 battles
  • 9,635
  • [322] 322
  • Member since:
    03-29-2011

Porca miseria Dadi star, quanto hai scritto...

Dico la mia. I micro clans composti da decine di giocatori lo sono per diversi motivi e penso che il più comune sia la voglia di giocare assieme e ciò non significa per forza attività di clans come schermaglie. Il concetto di clan non sempre equivale a quello delle clan wars i strongholds, e molto spesso se questi giocatori rimangono nei loro mini clans è perchè non hanno interesse per questo tipo di end game. 

Invece, rispondendo alla tua seconda domanda è no. Semplicemente perchè se anche questi emigrassero tutti in unico clan non farebbero comunque cw per i motivi scritti sopra. La ragione per cui la comunity italiana non funzia in ambito competitivo è la sua stessa comunity. In un clan composto da cento individui è normale che alcuni si staranno sul *modificato*, ma dal momento che aderisci in un clan dedito completamente alle cw accetti anche di dover giocare con gli stessi che ti stanno sulle *modificato* se richiesto e se non si riesce a mettere da parte queste antipatie allora vai via e bon. Ma nella comunity italiana non è così, perchè quando uno esce o viene cacciato via deve cominciare a sparlare di quel clan e dei suoi giocatori, magari anche inventandosi episodi mai accaduti veramente ed essendo la comunity piccola le calugne girano veloci e ci sarà sempre quello che ci crede. 


Edited by xxTANK_Uxx, 24 April 2018 - 12:37 PM.
Volgarità


D4d1 #18 Posted 26 March 2018 - 05:38 PM

    Major General

  • Moderator
  • 18873 battles
  • 5,659
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    09-06-2011

:hiding: oggi avevo del tempo e a me piace scatenare guerre tra poveri per poi appropriarmi delle risorse mentre gli uomini sono al fronte. 

Sono d'accordo con te sul discorso "sputtanamento". Purtroppo è prassi. Di solito se qualcuno mi chiede come mai hai lasciato un clan dico che non mi sono trovato e ho voluto guardare altrove. Preferisco non andare nei dettagli anche perchè se io non mi sono trovato bene non vuol dire che deve valere per tutti e non è bello sputare nel piatto da cui hai mangiato fino a quel giorno. :hiding:



Etjew #19 Posted 26 March 2018 - 06:02 PM

    Major

  • Player
  • 15091 battles
  • 2,715
  • [MERK] MERK
  • Member since:
    07-20-2014

Non ho mai preso sul serio l'idea che lo "sputtanamento" possa essere una valida motivazione che può aver causato lo scaglionamento dei clan italiani, se non piuttosto una scusa.

 

Se è certo vero che il venticello della calunnia sia un'arma infamante molto potente non credo che della gente razionale possa decidere di non andare in un clan solo perché ne ha sentito parlar male. Voglio dire, se io mi fossi sentito interessato a partecipare a Clan Wars, Schermaglie o qualsiasi altra cosa che un clan possa pensare di fare, non credo (parlo per me eh) che baserei tutto il mio pregiudizio sul fatto che una persona mi abbia detto che un tale clan è brutto solo perché frequentato da gentaglia. La community italiana è modesta, e ancor di più lo è quella parte della stessa che fa Clan Wars, quindi in un modo o nell'altro si sa già in anticipo più o meno con chi si ha a che fare quando ci si trova nel tunnel dei clan italiani, per questo non credo che lo "sputtanamento" sia davvero un fattore decisivo. E come ho già detto sono anni che i clan vengono fondati e sciolti, ed i giocatori che girano sono sempre gli stessi... NEOS, LROLL, E-X, FVRIE, ORKI... tag diverse, ma sempre gli stessi giocatori più o meno. Poi boh, non sono mai stato un tipo da attività da clan quindi ci faccio un po' la figura del novellino qui dentro, ma questa è la mia idea, ma non ho mai sentito dire da nessuno "non vado in quel clan là perché un tale mi ha detto che sono persone cattive". A parte col clan SERPE. Lì ci sono davvero persone cattive. Non andateci.

 

Non bisogna in ultima istanza comunque dimenticarsi di quei piccoli clan posseduti da utenti che bramano solo "dominare" un clan e con esso avere potere di vita o di morte sulle reclute. Sono come piccoli regni, cerchie di persone disposte a levarsi le pulci le une con le altre, ma molto restie ad aprirsi a gente nova. Vero Merk? 


Edited by Etjew, 26 March 2018 - 06:43 PM.


D4d1 #20 Posted 26 March 2018 - 06:57 PM

    Major General

  • Moderator
  • 18873 battles
  • 5,659
  • [NU-FA] NU-FA
  • Member since:
    09-06-2011
Parli Merk del clan Merk fatto da Merk per i Merk? :hiding:




1 user(s) are reading this topic

0 members, 1 guests, 0 anonymous users